PSORIASI E ARTRITE PSORIASICA

Dott. Luciano Schiazza
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Specialista in Leprologia e Dermatologia Tropicale
cell 335.655.97.70
www.lucianoschiazza.it

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica recidivante non infettiva che colpisce circa il 3% della popolazione generale. E’ equamente distribuita nei due sessi e può comparire a qualunque età.

E’ una malattia di origine genetica che necessita di fattori scatenanti (traumi, infezioni, stress, farmaci, alcool, fumo di sigaretta) per manifestarsi clinicamente.
La psoriasi può presentarsi sotto diversi aspetti clinici per aspetto, estensione, distribuzione ed evoluzione:

P. volgare in placche

Psoriasi volgare in placchePsoriasi volgare in placche

P. guttata

Psoriasi guttataPsoriasi guttata

P.invertita o delle grandi pieghe

Psoriasi invertita o delle grandi pieghepsoriasi invertita o delle grandi pieghe

P. palmo-plantare

Psoriasi palmo-plantare

P. del cuoio-capelluto

del cuoio-capelluto

P. pustolosa localizzata o generalizzata

Psoriasi pustolosa localizzata o generalizzataPsoriasi pustolosa localizzata o generalizzata

P. eritrodermica

Psoriasi eritrodermica

subacuta anulare

Psoriasi subacuta anulare
Psoriasi volgare

La forma più comune è la  psoriasi volgare. E’ caratterizzata da chiazze di colore rosso salmone, rotonde od ovalari, lievemente rilevate rispetto alla cute circostante, a margini netti, ricoperte di squame bianco-argentee.

Solitamente multiple, possono essere di piccolissime dimensioni (p. guttata), di pochi centimetri di diametro (p. nummulare), oppure di grandi dimensioni, spesso confluenti le une alle altre (p. in placche).

L’asportazione delle squame evidenzia alcuni caratteri propri della malattia: infatti il grattamento metodico delle squame determina inizialmente un imbiancamento della lesione (segno della goccia di cera) lasciando un’ultima pellicola molto aderente (pellicola di Duncan) che asportata evidenzia un fine stillicidio ematico (segno di Auspitz).

Sedi preferite in cui la psoriasi si manifesta sono i gomiti, le ginocchia, il cuoio capelluto, la regione lombosacrale, le unghie.

Psoriasi

Anche le mucose possono essere interessate dalla psoriasi. Soprattutto il glande, sotto  forma di chiazza unica o multiple, di colore rosso intenso, non desquamanti. Raro l’interessamento del cavo orale.

Alle forme cutanee talvolta si associa una artrite le cui caratteristiche la aggettivano e la qualificano in maniera specifica: l’artrite psoriasica (AP)

Appartiene al gruppo delle spondiloartriti sieronegative (fattore reumatoide negativo). Può manifestarsi in assenza di manifestazioni cutanee tipiche (in una percentuale inferiore all’1% nella popolazione generale) o essere preceduta dalla forma cutanea (percentuale variabile tra il 5 e il 7% secondo alcuni autori o sino al 20-30%, secondo altri).
Nel 75% dei casi la psoriasi precede l’artrite, nel 15% dei casi la segue (anche di anni e in questo caso si parla di AP sine psoriasi) mentre nel restante 10% compaiono contemporaneamente.

L’artrite psoriasica colpisce:

Generalmente inizia in modo lento e insidioso ma alcune volte esordisce in modo acuto con i segni tipici dell’artrite (articolazione calda, arrossata, gonfiore con dolore e limitazione funzionale).
Si distinguono, secondo la classificazione di Moll e Wright, cinque forme o subset:

Esiste anche una forma che interessa le articolazioni della parete toracica anteriore, ma in questo caso si associa ad una forma di psoriasi pustolosa palmo-plantare.

L’artrite psoriasica di solito esordisce in maniera acuta con interessamento di una (mono) o poche (oligo) articolazioni ed ha un andamento cronico-intermittente. Nell’80% dei casi si associa ad interessamento psoriasico delle unghie.

artrite psoriasicaartrite psoriasica

Radiologicamente le alterazioni più caratteristiche, frequenti e distintive rispetto all’artrite reumatoide sono:

Oltre alle articolazioni si possono avere:

Oltre all’esame radiografico è utile l’ecotomografia articolare poiché permette di evidenziare:

Nella diagnosi di artrite psoriasica è significativo/a:

PsoriasiPsoriasiPsoriasiPsoriasi

Nella diagnostica differenziale si prenderà in considerazione:

Dal punto di vista laboratoristico si evidenzia un aumento dei parametri di flogosi (VES, PCR, alfa-2-globuline) mentre è assente il fattore reumatoide.
Il decorso dell’AP, nell’alternanza di fasi di benessere e di riacutizzazione, non tende ad essere particolarmente sfavorevole, a meno che non sussistano i seguenti fattori:

La terapia dell’artrite psoriasica si basa su:

Utile l’attività fisica nelle fasi non attive di malattia, al fine di mantenere una buona mobilità articolare e un adeguato tono muscolare.

 

Back to top